Fiori nudi POESIE di GAIA BONI con Davide Rondoni

Dolomiti

Siedono assorte come immense donne
offrendo alla sera l’orlo delle spalle,
-irti fiori i colli di neve ammantati-
un perpetuo chinarsi alla vita
un’attesa che tacita e costretta rimane-
si addolciscono i pendii e scioglie,
stillando silenzi
il ghiacciaio-
Mantengono nel ventre eternamente
gli uniti -e distanti- corpi di aprile e gennaio,
il respiro innevato di vedetta
la tiepida carezza fiorita in ventre.
I petrosi palmi s’asciugano al sole,
le ginocchia discendono dolci
ai verdi richiami dei rododendri
che fraternamente sussurrano
alle sopite genziane
Primavera.

© Inedito di Gaia Boni

Gaia Boni nasce il cinque gennaio a Feltre, ma ha sempre vissuto tra Fiera di Primiero, in Trentino e Ricengo. Ha frequentato il Liceo artistico "B. Munari" di Crema. Attualmente frequenta l’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo. La sua prima pubblicazione avviene nel 2014 nella silloge di autori vari Libro Blu (Il Federiciano, Aletti Editore), segue Amaranto (Il Federiciano, Aletti Editore, 2015). Partecipa e vince all’XVIII edizione del concorso Invito alla Poesia (Poesia e Solidarietà, 2015).
Pubblica nel 2017 una propria poesia, insieme ad altri autori, nella silloge Umana troppo umana, Poesie per Marilyn Monroe (Nino Aragno Editore).
Nel marzo 2018 vince il terzo premio e il premio della Giuria web, nel concorso Infinito, indetto dall’Accademia Mondiale della Poesia.

https://www.primiero.events/e/1535/fiori-nudi
^ Top